Fra i 429 da tutta Italia viene selezionato il progetto Ariston in Action di Penne

Selezionato un progetto dell’Abruzzo fra i 429 da tutta Italia: "Ariston in Action" di Penne

<iframe width="854" height="480" src="https://www.youtube.com/embed/j5ml9L5-5yg?ecver=1"; frameborder="0" allowfullscreen></iframe>

C’è anche un progetto dell’Abruzzo fra i 15 finalisti del bando culturability – rigenerare spazi da condividere, scelto fra i 429 progetti partecipanti alla call nazionale, promossa da Fondazione Unipolis, per sostenere progetti culturali innovativi ad alto impatto sociale, che rigenerano e danno nuova vita a spazi, edifici ed ex siti industriali abbandonati.

A seguito di questa prima selezione, il progetto di Penne Ariston in Action, assieme agli altri quattordici finalisti, è stato ammesso al percorso di supporto e accompagnamento, finalizzato a migliorare e sviluppare le proposte, ma anche ad offrire un’occasione di formazione e crescita ai giovani partecipanti. I team seguiranno workshop, avranno un’assistenza individuale e momenti di revisione critica dei progetti, che dovranno poi essere rivisti e rinviati a Unipolis entro il 3 agosto. Tra questi, nel mese di settembre, una Commissione di esperti selezionerà 5 progetti che riceveranno 50 mila euro ciascuno e continueranno l’attività di mentoring. Complessivamente, 400 mila euro stanziati dalla Fondazione Unipolis, tra contributi economici per lo sviluppo dei progetti selezionati, attività di accompagnamento per l’empowerment dei team, rimborsi spese per partecipare alle attività di supporto. Anche per questa quarta edizione del bando, il percorso di mentoring sarà seguito da Avanzi/Make a Cube³ e Fondazione Fitzcarraldo, partner dell’iniziativa.

Inoltre, grazie alla collaborazione con la Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, la Commissione selezionerà tra i finalisti altri 2 progetti ai quali attribuire una “menzione speciale” e un contributo di 10 mila euro ciascuno.

"Ariston in Action è finalizzato a riaprire lo storico cinema cittadino, risalente agli anni ‘50 e chiuso oramai dal ’90. Penne, piccolo comune duramente colpito prima dal terremoto dell’Aquila del 2009 e poi da quello di Amatrice dello scorso anno, ha bisogno di uno spazio di aggregazione sociale e culturale per la sua comunità e per quelle dei paesi limitrofi. Per questo, da alcuni mesi un’ampia rete di organizzazioni locali sta lavorando per trasformare il Cinema Ariston in un centro artistico e culturale, dedicato a settori differenti: non solo cinema, ma teatro, danza, musica, fotografia e una biblioteca permanente."

Il processo di selezione non è stato semplice, considerato il numero, la qualità e la visione dei partecipanti. Oltre il 50% dei progetti scelti arriva dal sud e dalle isole, da queste regioni sono non solo numerose ma anche di grande valore le iniziative pervenute. Ecco i progetti scelti che si aggiungono a quello descritto dell’Abruzzo: Area Archeologica Giardini Luzzati: Lo Spazio del Tempo (Genova) | BooqSurf (Palermo) | Comunità CulturAles (Ales - Oristano) | Cose mai viste (Milano) | Evocava – Museo evocativo delle cave (Mazara del Vallo - Trapani) | Ex-COL (Sassari) | FaRo – Fabbrica dei saperi a Rosarno (Rosarno - Reggio Calabria) | L’asilo (Napoli) | Lottozero / textile laboratories (Prato) | Mapping In Progress – Geografie del Desiderio (Monselice - Padova) | MET. Meticceria Extrartistica Trasversale (Bologna) | #RifugioBoggioLera (Catania) | Shuffle Screening (Copertino - Lecce) | Spazio Faber (Genova).

Comunicato Stampa a cura di Culturability il 25 Maggio 2017 a Bologna